EMAIL Marketing Marketing Automation

Le mail personalizzate convertono? Case studies Ecommerce

Spedire e-mail marketing massive e tutte uguali ai tuoi clienti ha sempre meno efficacia, i tassi di apertura delle mail sono sempre peggiori ed è un canale che, se gestito in questo modo, ti fa perdere opportunità di fatturare sui tuoi clienti ricorrenti.

Invece di inviare la stessa mail a tutti, pensa ad inviarla differente in base ai vari segmenti che hai sul sito, in base a ciò che hanno acquistato, navigato o in base ai loro dati demografici.

Esempio: Se ho acquistato un prodotto per il mio cane, non ha senso che mi invii una mail che mi propone prodotti per gatti, ma ha una reale efficacia se quell’utente riceve in maniera continuativa offerte sull’animale posseduto.

Inviare mail personalizzate non solo aumenta le conversioni, ma anche la rilevanza delle tue comunicazioni sul tuo target.

Si possono inviare tante tipologie di mail marketing personalizzate.
Email con sconti ed offerte differenti in base alla “qualità” del cliente, email di nurturing in target con i suoi interessi, email di cross selling legate ai prodotti già acquistati, email di recupero cliente nel momento in cui si sta perdendo etc etc.

 

Si possono fare davvero tantissimi funnel dedicati, che insegniamo all'interno del nostro sistema (Ecommerce School Workflow®) e che approfondiamo durante il nostro Corso in Marketing Automation

Lo scopo di questa mail non è di dettagliare le varie tipologie di mail marketing che si possono fare, ma darti una panoramica su quanto convertono nei vari settori.

Le email personalizzate quanto convertono?

Le mail personalizzate comportano un lungo lavoro di analisi, preparazione grafica e testuale ed un’ implementazione dell’invio delle mail.

Quindi molto lavoro operativo preparatorio.

Vale la pena? quanto convertono?

Di seguito alcuni tassi di conversione divisi per settore:

Settore abbigliamento tecnico: 3%

Settore abbigliamento: 3,78%

 

Settore fitness: 3,91%

Settore arredo b2b: 1,61%

Settore strumenti musicali: 3,28%

Settore arredo luce: 4,73%

Settore vendita ferramenta e prodotti elettrici: 7,74%

Come puoi vedere dagli esempi, i tassi di conversione delle mail personalizzate sono elevati, ma soprattutto molto di più rispetto al tasso di conversione medio del sito o degli altri canali.

Infatti il CR% va sempre visto in relazione alla media e non come valore assoluto e univoco.

Più è grande il database, più acquisisci indirizzi e più verranno spedite.

Se hai pochi utenti iscritti alla newsletter, i segmenti saranno minuscoli e l’invio delle mail personalizzate sarà ridotto al minimo, di conseguenza i risultati saranno inferiori in termini di roi finale.

Basterà crescere nella generazione dei lead per produrre risultati maggiori.

Stiamo parlando di attività ad altissimo ritorno ma che, oggi, sono facilmente implementabili anche senza una grande esperienza, continua a seguirci o iscriviti al nostro Corso per mettere in pratica subito il marketong automation sul tuo ecommerce.

Guarda il Programma, le date e come partecipare su:
===>> https://www.ecommerce-school.it/corso-marketing-automation/

Post correlati

Automatizzare la Live Chat è possibile?

Marco Santandrea

BANCHE DATI PER MAIL MARKETING (DEM): NO PER ECOMMERCE

Francesco Chiappini

SendinBlue, il software alternativo a Mail Chimp di email marketing ed SMS

Marianna Siani

Lascia un commento

Accetto e dichiaro di aver letto l’Informativa Privacy

le-mail-personalizzate-convertono-case-studies-ecommerce-ecommerceschool-blog-formazione-in-e-commerce-management
error: I contenuti sono protetti da diritti d\'autore e DMCA®
[i]
[i]