SOFTWARE

Controllo completo delle spedizioni Ecommerce con Qaplà: intervista a Roberto Fumarola

La gestione delle spedizioni e del post-vendita è  parte fondamentale del “Core Business” di un Ecommerce.

Infatti i disservizi nelle consegne si ripercuotono negativamente sulla soddisfazione del cliente, e dunque sulla possibilità che decida di riacquistare dal tuo store.

Per questo è importante riuscire a garantire una completa tracciabilità dell’ordine durante tutti gli stadi che vanno dalla partenza fino alla consegna.
Ed è proprio quello che fa Qaplà, utilissimo software di controllo, gestione e verifica dell’andamento delle spedizioni pensato con lo scopo di “intervenire in anticipo per evitare arrabbiature da parte dei clienti”.

Ce ne parla il fondatore Roberto Fumarola, che avremo il piacere di ospitare al nostro prossimo corso in Ecommerce Management:

Roberto Fumarola, Ceo Qaplà

Tra i principali esperti Ecommerce, Roberto Fumarola è un riferimento nel settore come formatore per lo IED e molti eventi di settore ed imprenditore con la sua agenzia (B2Commerce) e Founder di Qaplà, software per la gestione delle spedizioni per ecommerce.
Al corso ci parlerà di Post Vendita  e di come automatizzare il processo di spedizione e logistica.

[wpsm_quote author=”” float=”left” width=”100%”]1) Ciao Roberto, al corso ci parlerai di Logistica, spedizioni e customer care, qualche anticipazione?[/wpsm_quote]

La logistica è uno degli argomenti più importanti per un eCommerce, ma anche uno di quelli più sottovalutati nelle sue potenzialità.

Faccio uno spoiler per l’intervento? E va bene….

La logistica e le spedizioni possono essere utilizzati come strumento di marketing, quindi non si tratta solo di spedire gli ordini.
Come si può fare? Beh, ve lo racconto in aula a Novembre 😉

[wpsm_quote author=”” float=”left” width=”100%”] 2) Sei cofounder di Qaplà, un’ottimo software per le notifiche delle spedizioni e gestione post vendita. Quali sono i punti di forza e perchè aiuta realmente gli imprenditori?[/wpsm_quote]

Qapla’ permette di avere la situazione delle spedizioni sotto controllo, anche se se utilizzano più corrieri. A colpo d’occhio si possono isolare i problemi e concentrarsi sulla loro risoluzione.

Inoltre il nostro sistema, grazie elle mail transazionali in tempo reale, sull’avanzamento dell’ordine, permette di dare tutte le informazioni ai clienti in attesa dell’ordine evitando richieste sullo stato di consegna al customer care.

Sono ore ed ore alla settimana risparmiate, se poi ci aggiungete anche i soldi risparmiati in giacenze, alla fine del mese il risparmio è notevole.

Inoltre la user experience post ordine migliora di molto, rendendo i clienti più soddisfatti.

[wpsm_quote author=”” float=”left” width=”100%”]  3) Una domanda che mi fanno spesso è quale corriere devo scegliere? Premesso che non esiste una risposta generica, che consigli puoi dare nella selezione? [/wpsm_quote]

Esatto, la risposta perfetta purtroppo non esiste. Ogni corrierie ha i suoi pregi ed i suoi difetti, oltre ad avere delle specializzazioni più o meno marcate in alcune aree.

Per fare la scelta giusta bisogna pensare a dove dobbiamo spedire (Italia o Estero), cosa viene spedito e che servizio vogliamo dare al cliente in termini di velocità di consegna.

Per esempio, i corrieri internazionali come UPS, DHL e TNT sono l’ideale se si lavora con l’estero. Se invece spedite in Italia merce voluminosa (sopra i 20Kg), probabilmente SDA non è la struttura migliore alla quale affidare le proprie spedizioni.

Quindi la valutazione va fatta in base alle esigenze e non solo in base alla tariffa proposta. Alle volte le tariffe basse hanno costi occulti di gestione notevoli, dovuti a disservizi, costi aggiuntivi addebitati, etc….

In più, leggete sempre i contratti, anche le note in piccolo!

[Nota di Ecommerce School – se vuoi approfondire leggi l’articolo Come scegliere il miglior corriere per ecommerce]

[wpsm_quote author=”” float=”left” width=”100%”]  4) Un customer care non ottimizzato può portare via molto tempo, oltre automatizzare le notifiche che consigli puoi darci? [/wpsm_quote]

Il customer service è uno degli aspetti che un eCommerce dovrebbe curare di più. I consigli sono pochi e semplici:

  • Se il cliente scrive e/o vi contatta RISPONDETE sempre! Anche se con un “okay, abbiamo preso in carico, la richiamiamo”. E’ comunque un feedback che denota efficienza
  • Risolvete i problemi dei clienti, altrimenti vi si ritorcerà contro
  • Utilizzare un sistema di gestione centralizzato per le richieste dei clienti. Ce ne sono diversi di servizi, c’è solo l’imbarazzo della scelta

– gli operatori devono essere addestrati ed in grado di rispondere, in maniera autonoma, a tutte (o quasi) le richieste. Investite in formazione e mettete a disposizione della vostra prima linea in battaglia tutte le informazioni utili per poter lavorare al meglio.

[wpsm_quote author=”” float=”left” width=”100%”] 5) Da qui a 3 anni, come si evolverà il panorama eCommerce in Italia? (bella domanda eh!) [/wpsm_quote]

Non ho la sfera di cristallo, ma penso che nei prossimi anni ci sarà un maggior peso delle aziende off-line nell’on-line. Arriveranno in tanto a fare eCommerce e molti di questi saranno attori di peso.

Per i medi e piccoli c’è comunque una strada da battere, ed è quella di pianificare al meglio tutto, di non improvvisarsi e di investire sulle risorse. Soprattutto bisognerà investire sui clienti, sul creare lead e sfruttarli il più possibile.

[wpsm_box type=”info” float=”none” text_align=”left”]
L’asset principale dei piccoli è la competenza, la verticalizzazione e specializzazione, la velocità ed il rapporto con il cliente.
[/wpsm_box]

In futuro penso che ci sarà spazio solo per chi lavorerà bene, gli altri verranno schiacciati dai grandi che, anche con un servizio peggiore, potranno giocare su budget di comunicazione maggiori per attrarre maggior pubblico.

Le opportunità per i piccoli ci sono, bisognerà solo coglierle.

shadow-ornament

Di questo e molto altro ci parlerà Roberto al prossimo corso in Ecommerce Management oltre ad essere a disposizione per le tue domande.
Vedi il programma completo: Corso Ecommerce Management

 

Post correlati

SendinBlue, il software alternativo a Mail Chimp di email marketing ed SMS

Marianna Siani

Guida all’utilizzo delle automazioni Mailchimp per ecommerce

Marco Santandrea

Remarketing Multicanale su Traffico Sconosciuto con Remintrex

Francesco Chiappini

Lascia un commento

Accetto e dichiaro di aver letto l’Informativa Privacy

controllo-completo-delle-spedizioni-ecommerce-con-qapl-intervista-a-roberto-fumarola-ecommerceschool-blog-formazione-in-e-commerce-management
error: I contenuti sono protetti da diritti d\'autore e DMCA®
[i]
[i]